venerdì 10 luglio 2015

La Digital Disruption Farà Guadagnare Noi Investitori e Obbligherà le Banche ad Adattarsi

La “Disruption”, termine tanto caro alla Silicon Valley, rappresenta la “rottura” con il passato, l'innovazione che non lascia scampo al vecchio, che si ostina a non adattarsi, e lo obbliga ad un riposizionamento o all'estinzione.

Il progresso non si può fermare e, in misura ancora maggiore, quello in campo digitale (basti vedere i cambiamenti che internet ha apportato al nostro modo di vivere).
Non esistono lobby talmente influenti da arrestare il progresso perché esso si diffonde in modo virale, inarrestabile. La Disruption è sempre stata lenta, ma la Digital Disruption, quella odierna, non lo è perché utilizza nuovi canali che la rendono veloce e inarrestabile, un vero fiume in piena.

Le nuove tecnologie sono state create per dare un vantaggio alla gente: semplificare la vita di tutti i giorni. E questo non si può fermare! Le aziende dovranno fissare, quale obiettivo della propria crescita, non tanto la produzione ma, piuttosto, l'orientamento verso il digitale. Le aziende dovranno capire che potranno cavalcare la Digital Disruption solo ponendo la soddisfazione del cliente al di sopra di ogni altro obbiettivo.

Nessun commento:

Posta un commento